RIPARTENZA NAUTICA E CANTIERI NAVALI 2021: C’È DA ESSERE OTTIMISTI

La ripresa economica dell’Italia del dopo COVID passa anche per la ripartenza dei cantieri navali e della nautica italiana. A lungo auspicata dal governo, dalle associazioni di categoria e dai sindacati è nell’aria da tempo come rivelano alcuni “segnali” inequivocabili.

Ripartenza cantieri navali: l’ottimismo di Confindustria Nautica

Il 29 giugno scorso a margine del Convegno Nuove Rotte per la Nautica, il Presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi ha mostrato un certo ottimismo: “E’ importante - ha spiegato - essere qui oggi a trattare i temi che servono al Paese e alla nautica per guardare il futuro. E lo facciamo da diversi e qualificati punti di osservazione sul nostro settore che ha sempre mostrato grande capacità di reazione e si candida a trainare la ripartenza del nostro Paese. Nell'ultimo anno l'attività dell'Associazione si è moltiplicato, aggregando e sostenendo il settore con risultati importanti. Ora andiamo avanti, come sempre, su nuove rotte".

 

Ripartenza cantieri navali: il Salone Nautico 2021 si farà

Pochi giorni prima, sempre Cecchi, parlando a margine della presentazione del nuovo Waterfront Marina di Genova, ha anticipato che il Salone di Genova 2021 non solo si farà, ma può anche già contare sul pieno di presenze, tanto che sono stati messi a disposizione dell’evento anche nuovi spazi. "Guadagneremo questa banchina e un altro pezzo - ha spiegato Cecchi a Repubblica -. E i big saranno tutti nella banchina est. A parte le problematiche dei cantieri, per cui dobbiamo curare la logistica (ma siamo bravi a farlo) sarà un Salone al top". Il 61esimo Salone Nautico si terrà tra il 16 e il 21 settembre.

 

Ripartenza cantieri navali: l’intervento della Cina

A dare ulteriore slancio alla cantieristica italiana c’è anche la Cina, che come spiega Il sole 24 ore, sta investendo molto in Emilia-Romagna, già dal 2018, quando i capitali cinesi sono sbarcati “nel porto di Ravenna con la nascita di una divisione del “big” orientale della cantieristica, la China Merchants Group, che è intenzionato a trasformare la sua succursale nel mare Adriatico in una vera e propria roccaforte europea nel campo dell'ingegneria navale, del gas e del petrolio”.

 

Ripartenza cantieri navali: la nuova MSC Seascape

In queste settimane, presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone (Friuli) gli operai lavorano alla costruzione della nuova MSC Seascape, la seconda nave della classe Seaside Evo, nonché futura ammiraglia di Msc Crociere. La nave che avrà un design innovativo, è la quinta costruita da MSC con Fincantieri, su un totale di 8 ordinate per l’intera divisione crociere del Gruppo MSC. “Quando si unirà alla nostra flotta - ha spiegato ai giornalisti, Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Crociere - MSC Seascape avrà un impatto economico significativo su tutti i porti e le destinazioni che raggiungerà, rafforzando il turismo e sostenendo la ripresa delle comunità locali. Inoltre, MSC Seascape rappresenta la volontà di continuare ad investire in questo cantiere e nella regione e conferma come la nostra visione a lungo termine per raggiungere operazioni di crociera a impatto zero. Come ogni nuova nave che costruiamo, stiamo dotando MSC Seascape di alcune delle più recenti tecnologie e soluzioni ambientali, tra cui la riduzione delle emissioni e i sistemi di ultima generazione per il trattamento delle acque reflue. Ci sarà anche una novità in termini di intrattenimento per gli ospiti e a bordo vi sarà l’inedita ed emozionante esperienza RoboCoaster".

© 2020 OLIVER S.R.L. - C.F. P.IVA 15712491008 -
Powered by {n}exus

Cosa stai cercando?